/ / Fonti del diritto del lavoro

Fonti del diritto del lavoro

Fonti di diritto del lavoro includonoatti giuridici che contengono le norme del diritto del lavoro, regolano i doveri e i diritti delle parti nei rapporti di lavoro, così come altre relazioni ad essi collegate direttamente.

Le fonti del diritto del lavoro sono legaliregolamenti, che sono adottate dagli organi del potere statale e dell'autogoverno locale, questi includono regolamenti, normative locali e gli accordi che vengono conclusi con rapporti di lavoro.

Le caratteristiche delle fonti del diritto del lavoro si basano sull'assegnazione delle loro caratteristiche, concentrandosi sulla regolamentazione specifica dei rapporti di lavoro.

Secondo la legge, le fonti del diritto del lavoro sono divise in quelle regionali e federali.

Le fonti del diritto del lavoro possono essere classificate:.
1. In termini di importanza: statuti e leggi;
2. Secondo il sistema industriale: le fonti della parte speciale e generale;
3. Con la forma dell'atto: decreti, leggi, convenzioni, dichiarazioni, ecc .;
4. sugli organi che hanno adottato tali atti;

5. In termini di ambito: locale, territoriale, locale, interregionale, interregionale, regionale, federale, multi- e bilaterale, internazionale;
6. Al destinatario, si applicano a tutti i dipendenti o alle loro categorie individuali;
7. Per grado di generalizzazione: corrente, complessa, codificata.

Sotto le regole della legge capisco il generalmente vincolanteregole che sono sanzionate o stabilite dallo stato, pur essendo dotate di potere coercitivo di stato. Si riflettono nelle normative legali pertinenti e in altre fonti di legge.

Le norme del diritto del lavoro regolano i rapporti di lavoro. Generano

rapporto giuridico, se i soggetti concludono un atto legale, che è la base per l'emergere di rapporti di lavoro.

Questo è un contratto di lavoro tra il datore di lavoro e il dipendente.

I rapporti di lavoro sono l'elemento principale del sistema che determina la natura di altri rapporti giuridici ad essi connessi, che agiscono come derivati ​​da essi e svolgono un ruolo di servizio in relazione ad essi.

Di conseguenza, i rapporti che sono regolati dal diritto del lavoro sono abbastanza

può essere visto nel complesso come un sistema di relazioni giuridiche che

uniti da un obiettivo comune. In questo caso, ogni relazione è un elemento del sistema.

Caratteristiche delle fonti del diritto del lavoro:

Tra le fonti del diritto del lavoro legalel'atto normativo assume la posizione principale, poiché è il regolatore più importante delle relazioni sociali nella sfera lavorativa. Questo è determinato dalla diversità qualitativa e dalla superiorità quantitativa rispetto ad altre fonti. E anche dal fatto che gli atti normativi regolano praticamente tutti i rapporti sociali che fanno parte della legge sul lavoro.

Le normative legali sono sufficientisono classificati per vari motivi. La divisione generale è fatta per atti che sono presi dalle autorità statali e atti che sono presi da altre entità con il permesso dello stato.

Gli atti adottati dallo stato sono divisi in leggi e leggi.
Tra le leggi è necessario individuare la Legge fondamentaleRF - la Costituzione della Federazione Russa, le leggi costituzionali del livello federale, il Codice del lavoro della Federazione Russa e altre leggi federali che contengono le leggi delle entità costituenti della Federazione Russa e le norme del diritto del lavoro.


Il termine "legislazione del lavoro" in senso stretto è applicabile solo alle leggi.
I regolamenti normativi variano diil potere legale che possiedono e il loro posto occupato nel sistema di fonti. La più alta forza legale dei decreti del Presidente della Federazione Russa, quindi - i decreti del Governo della Federazione Russa, atti di agenzie federali, decreti, risoluzioni, le disposizioni dei soggetti della Federazione Russa (statuti), atti adottati dai governi locali.


Regolamenti giuridici adottati dail datore di lavoro, sono chiamati atti locali. Il codice del lavoro fissa il diritto del datore di lavoro ad adottare tali atti e viene determinato anche il loro posto nell'intero complesso di fonti.


Poi arriva il contratto normativo, che è la fonte della legge sul lavoro.

</ p>>
Leggi di più: